Complesso del disseccamento rapido dell'olivo (Co.Di.R.O) - Xylella Fastidiosa




Complesso del disseccamento rapido dell'olivo (Co.Di.R.O) - Xylella Fastidiosa




Odsłon: 1984 | Ocena: 22 | Czas: 9m 24s |


Szukaj




Dyskusja:


Complesso del disseccamento rapido dell'olivo (Co.Di.R.O) - Xylella Fastidiosa Le ultime considerazioni che tu hai fatto, hanno centrato in pieno i nostri ritardi e l'incapacità agricola di coltivare in maniera sostenibile ed ecologica. Complimenti davvero
Caro Sig. Giovanni purtroppo io non ho alcun rimedio magico e tanto meno ho condotto degli studi in prima persona per poterli pubblicare su una rivista, mi sono solo limitato a raccogliere pareri tecnici da fonti certe. I "rimedi" citati non sono tali, ma linee guida verso le quali la ricerca si è orientata. Sin da subito, infine, si è rivelato utile l'utilizzo delle buone pratiche agricole anche come unica contromisura, alla faccia di chi gridava alla Xylella come la nuova apocalisse (e difatti è indagato penalmente)
a proposito ecco cosa dice il fitopatologo Alexander Purcell maggiore esperto di Xf al mondo"Ancorché non sia possibile prevedere dove e come la xylella si diffonderà, è per un fatto che quando il batterio penetra in un territorio e vi si insedia, la sua eradicazione non è più possibile...I confini non fermeranno il batterio". Se hai trovato il rimedio TI SUPPLICO pubblicalo su una rivista scientifica così tutti potranno verificare le tue tesi
siamo a Febbraio 2016 se uno dei tanti sistemi che citi funziona corri subito ad informare gli Avetranesi l'epidemia è arrivata laggiù ben sopra il DEFUNTO cordone sanitario predisposto dall'indagato Prof.Siletti. Mi chiedo in California la Xf c'è da un secolo e tuttora nonostante gli ingentissimi finanziamenti dell'agenzia federale americana USDA nessuno ha trovato un rimedio per eradicare il batterio da una zona dov'è endemico come diceva uno dei massimi fitopatologi A.Purcell, quelli proposti da te hanno funzionato? bene pubblica la tua ricerca su una rivista scientifica come "nature" "scientific american" etc è diventerai famoso in tutto il mondo, per ora non c'è rimedio si poteva solo rallentare la diffusione del batterio verso nord questo è l'ultimo aricolo disponibile su una rivista scientifica http://www.lescienze.it/news/2016/02/01/news/xylella_ceppi_salento_codiro-2954213/
fiero di essere uno studente del Prof. Lenucci.

Video grandioso